Associazione kim onlus
paolo cespa

Da 20 anni l’Associazione KIM onlus si occupa, in completa gratuità, di accoglienza, tutela e ospedalizzazione di bambini italiani o stranieri gravemente malati. Segue i minori, accompagnati da un genitore, in tutto il percorso: dalla richiesta d’aiuto all'ingresso in Italia se stranieri, ai contatti con gli ospedali, e ospita e sostiene il nucleo famigliare nel suo centro di accoglienza.

L'Associazione Kim Onlus afferma con forza il diritto alla salute di tutti i minori gravemente malati: accogliendoli nel proprio centro e da ogni parte del mondo, da Paesi che non hanno strutture adeguate per curarli e dall'Italia se vivono in situazioni di disagio e sensibilizzando l’opinione pubblica e l’intera comunità, facendosi responsabile nel promuovere il diritto all'accesso di cure sanitarie per tutti i minori, indipendentemente dal loro stato sociale. L’associazione si attiva per ottenere la loro ospedalizzazione a Roma, raccogliendo le richieste di intervento direttamente dai luoghi di origine e garantendo una presa in carico completa del minore e del genitore, avendo piena cura nella gestione degli aspetti burocratici, per le spese di viaggio e per la documentazione sanitaria necessaria pre e post ospedalizzazione. Ove necessario e possibile assicura la copertura economica delle cure ospedaliere. L’associazione sostiene il minore ed il genitore anche affettivamente e psicologicamente: la Casa di Kim garantisce l’accoglienza e la prossimità concreta alla persona per l’intero periodo terapeutico, in quanto elementi fondanti per l’efficacia della cura. Il Progetto “MI PRENDO CURA DI TE" nasce dall'esigenza di assicurare il diritto alla salute a quei bambini gravemente malati, provenienti da Paesi che non possono garantire una assistenza sanitaria adeguata. I piccoli malati accolti in 20 anni sono più di 250 delle richieste pervenute da oltre 50 Paesi del mondo, in un’età fra zero e 18 anni affetti da cardiopatie, tumori, leucemie, traumi di varia origine, deformazioni. La situazione sanitaria, familiare e sociale del Paese dal quale provengono è tale da aver bisogno di compiere spesso un lungo viaggio per poter sperare di avere la possibilità di essere visitati, curati, spesso operati. Quando i minori arrivano al Centro di Accoglienza, la Casa di KIM, l’Associazione non prende in carico solo le esigenze sanitarie, spesso gravissime e urgenti, ma assicura vitto, alloggio ai minori e ad un genitore che li accompagna ed ogni altro sostegno di carattere psicologico ed affettivo. Attraverso questo progetto quindi miriamo a costiture un fondo per permettere l’accesso alle cure presso i principali ospedali romani per i bambini che ne hanno bisogno.

http://www.associazionekim.it

CONDIVIDI IL PROGETTO
SUI TUOI SOCIAL