Associazione aplysia onlus
ciaramella antonella

“Emozioniamoci con il corpo” è un progetto rivolto ai bambini della scuola primaria, effettuato dall’Associazione Aplysia Onlus, per promuovere il benessere psicofisico e la riduzione delle somatizzazioni attraverso l’apprendimento di strumenti di salute sostenibili che favoriscono l’espressione corporea e la consapevolezza emotiva.

Il disagio emotivo può essere talvolta manifestato dal bambino attraverso il canale corporeo sotto forma di sintomi somatici. Uno dei principali aspetti dello stato di benessere del bambino è l’integrazione tra consapevolezza emozionale ed espressione corporea. Goleman (1997) evidenzia la rilevanza dell’intelligenza emotiva sullo stato di benessere degli individui e gli studi più recenti sulle pratiche di consapevolezza (meditazione) ne mostrano i risvolti clinici e neurobiologici (Kabat-Zinn, 2008). Emerge perciò l’importanza di lavorare sulla consapevolezza corporea ed emotiva al fine di aumentare il benessere psicofisico dei bambini della Scuola Primaria. Il progetto “Emozioniamoci con il corpo” si propone come obiettivo generale di promuovere la consapevolezza della relazione mente-corpo al fine di favorire l’espressione del disagio emotivo e non la sua somatizzazione. Il progetto ha una durata di circa tre mesi e avviene in sei incontri. Dopo un primo incontro introduttivo sul progetto, i bambini imparano quali sono le principali emozioni e come si riconoscono nel volto; nel terzo e quarto incontro hanno la possibilità di sperimentare tali emozioni e viverle sulla propria pelle e riconoscerle nei propri compagni, attraverso il gioco metaforico e la tecnica dello psicodramma. Nel quinto incontro viene posta l’attenzione sulle relazioni interpersonali attraverso l’uso di cartelloni, che saranno una mappa concettuale durante tutto l’anno scolastico. L’ultimo è un incontro volto a valutare il mantenimento dei risultati ottenuti. L’elemento centrale di ogni incontro è la pratica meditativa. Al termine di ogni incontro, infatti, i bambini imparano a prendere consapevolezza del loro grado di “presenza” mantenendo l’attenzione sul respiro nel qui ed ora. Numerosi sono gli effetti a lungo termine della meditazione: profondo rilassamento e ridotto stress; migliori capacità di attenzione, concentrazione, autocontrollo e di auto-monitoraggio; uno stato d'animo positivo, oltre ad una stabilità emotiva (Bishop et al., 2004). La meditazione, perciò, risulta essere uno strumento sostenibile in quanto non ha costi nè consumi (sostenibilità economica e ambientale) ed inoltre migliora fortemente il benessere psicologico di chi la pratica (Grossman et al., 2010; Shapiro et al., 2005) aumentando quindi la qualità di vita degli adulti di domani.

http://www.istitutogift.it

CONDIVIDI IL PROGETTO
SUI TUOI SOCIAL