Fondazione Together To Go ONLUS
Antonia Madella Noja

nel mondo della disabilità infantile sono gli attori che maggiormente colgono il potenziale risolutivo della fabbricazione digitale e che trovano grande vantaggio nel co-design, nella personalizzazione di massa e nella prototipazione a basso costo. È in questo scenario che si colloca il progetto di "UNICO". La Fondazione TOG e il fablab Opendot si incontrano per fornire nuovi strumenti utili all’attività riabilitativa della Fondazione, ai suoi operatori e al personale clinico, oltre che ai genitori e alle famiglie dei piccoli pazienti.

Siamo tutti diversi e il design, finalmente, può muoversi di conseguenza. Anziché continuare a ragionare e produrre oggetti standardizzati da realizzare in serie, la fabbricazione digitale lascia finalmente grande spazio alle necessità individuali. Le distanze tra il progettista e l’utente si accorciano così tanto che le pratiche di co-design sono ormai una realtà, e il FabLab è il teatro di tutto questo. Ponendosi come missione sociale la diffusione della co-progettazione con e per la disabilità, il percorso progettuale tra Opendot e TOG è articolato su più fronti: dal software per una facile acquisizione di scansioni 3D di tutori in gesso, finalizzate alla realizzazione di protesi da stampare in 3D, al redesign di ausili, sistemi cognitivi e giochi che aiutino i bambini nell’apprendimento di gesti e movimenti specifici, favorendo le attività della vita quotidiana, con l’obiettivo di far raggiungere una maggior autonomia incentivandoli nell’inserimento alla vita sociale attraverso ausili adatti, esteticamente belli e utili. Una bicicletta su misura Co-design, personalizzazione e prototipazione rapida hanno reso possibile la produzione di una bici a tre ruote con pedivelle ridotte, sellino ergonomico, supporto per la schiena e manubrio regolabile. Le componenti sono state adattate a partire da alcuni elementi standard e modello 3D è parametrico e personalizzato su Lorenzo, dunque può essere velocemente adattato alle esigenze di diversi bambini con disabilità differenti. PIMPY CAR Una macchinina che aiuta a stare dritti, a muoversi e a socializzare. L’ausilio ortopedico posturale diventa un oggetto personalizzabile in ogni suo aspetto e funzione, per la riabilitazione, la routine quotidiana, il gioco, la socializzazione. Questi sono due dei progetti che sono stati realizzati dalla Fondazione TOG in collaborazione con Opendot per la creazione di oggetti personalizzati che possono cambiare il vivere quotidiano del bambini con gravi disabilità. Avremmo bisogno del vostro aiuto per progettare la statica (Una seduta posturale molto complessa) per una bambina con una grave disabilità che si chiama Anna.

http://www.togethertogo.org

CONDIVIDI IL PROGETTO
SUI TUOI SOCIAL