Piano C
lorenzo spettoli

Il nostro progetto per il 2018 è quello di permettere a 20 ragazzi italiani, affetti da patologie onco-ematologiche, la possibilità di vivere l’esperienza indimenticabile della Terapia Ricreativa nel campo irlandese di Barretstown. Attraverso la totale copertura delle spese di viaggio.

Punto a Campo (PAC), principale progetto della associazione Piano C, quest’anno ha come obbiettivo quello di accompagnare 20 adolescenti italiani affetti da gravi patologie onco-ematologiche, al campo di terapia ricreativa di Barretstown, in Irlanda; affinché diventi un regalo anche per le famiglie, stiamo cercando di raccogliere i fondi necessari a sostenere le spese del viaggio. L’esperienza di un campo simile, insieme a quella del ‘viaggio all’estero’ per questi ragazzi diventa un’opportunità di crescita molto significativa; il solo fatto di prendere l’aereo è, per alcuni di essi, la prima sfida importante da affrontare. Allontanarsi dalla famiglia, poi, vuol dire ritrovare i propri spazi ed iniziare ad affermarsi come individui dopo un periodo di totale dipendenza dagli adulti di riferimento: familiari e medici; questo è un secondo ostacolo da superare. Il campo è un posto magico dove i ragazzi (ri)imparano a mettersi in gioco assieme a coetanei di diversi paesi grazie al supporto di volontari totalmente dedicati a loro e di uno staff medico che garantisce la massima sicurezza in ogni attività. L'aspetto assolutamente incredibile di Barretstown è l’alchimia tacita che si instaura tra i ragazzi di ogni nazionalità; una condivisione di situazioni (prima tra tutte, la malattia) di paure e vittorie e la voglia di felicità che in pochissimo tempo si trasforma in sostegno reciproco, collaborazione autentica e amicizia.. dove gli apparenti ostacoli linguistici e culturali diventano motivo di dialogo tra loro. A Barretstown i ragazzi imparano che, in fondo, non esistono barriere di nessun tipo. Nel corso degli ultimi 15 anni PAC è stato sostenuto da una fondazione privata, che a partire dal 2018 ha deciso di dedicare energie e finanziamenti ad altri progetti, ed è per questo che è nata l'Associazione Piano C: raccogliendo questa eredità importante, in maniera totalmente volontaria si è deciso di continuare il progetto, convinti che per la magia che c’è nel sorriso di un bambino valga davvero la pena di accettare questa sfida.

http://www.pianoc.org

CONDIVIDI IL PROGETTO
SUI TUOI SOCIAL