associazione italiana persone down onlus
paolo virgilio grillo

Idea centrale è la creazione di occasioni di incontro tra giovani con sindrome di Down (sD) e persone anziane, per uno scambio intergenerazionale che produca percorsi e strumenti di conoscenza e crescita reciproca.

Si propone la continuazione di un modello di “Mercato dei saperi”, col presupposto che ognuno può offrire qualcosa di utile ad altri e tutti hanno bisogno di qualcosa. In tal senso sia anziani sia giovani sD possono offrire la propria disponibilità ad insegnare attività di vita quotidiana, trasmettere saperi e ricevere in cambio, nella logica del baratto, ciò che viene da loro stessi indicato nella “Lista dei desideri”. Lo scambio avviene a livello locale, in modalità uno a uno ed in varie forme di interscambio in gruppi, presso domicili privati e sedi aperte al pubblico. Gli scambi non sono solo bilaterali come nel baratto, ma multilaterali con la presenza di un mediatore. Sono anche differiti nel tempo, ovvero si dà quando si può e si riceve quando si vuole. Gli scambi si basano, quindi, sul sapere e sul saper fare. L’obiettivo generale vuole promuovere la partecipazione attiva alla vita sociale di anziani e di giovani e adulti con sindrome di Down (sD)attraverso strategie innovative per l’apprendimento intergenerazionale non formale. Gli obiettivi specifici vogliono: far acquisire e/o mantenere da parte di giovani e adulti con sindrome di Down abilità di autonomia personale e sociale attraverso lo scambio di servizi e competenze con anziani; sostenere le persone anziane nello svolgimento di attività quotidiane e in una maggiore partecipazione sociale, attraverso lo scambio di servizi e competenze con persone con sD. Il progetto è stato già sperimentato con successo grazie ad un finanziamento del Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali da luglio 2014 a luglio 2015, e da LOTTOMATICA da settembre 2015 a luglio 2016. La possibilità di nuovi finanziamenti permetterà al progetto di continuare.

http://www.mercatodeisaperi.it

CONDIVIDI IL PROGETTO
SUI TUOI SOCIAL