LAVEDEVIA

Rappresentante legale: VINCENZO cOPPA

Categoria: arte | Jul 27, 2019



Descrizione breve: Il treno del pensiero è un viaggio della collettività con esponenti della scienza e dell’arte e del pensiero attuale finalizzati a scambiare idee e esperienze SUGLI obiettivi dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite. E’ un occasione per rilette e per stare insieme godendo delle bellezze della natura dei paesaggi che le linee ferroviarie attraversano. Il treno del pensiero è un viaggio nel modo fisico e nel mondo ideale compiuto da una collettività che potenzialmente può diventare comunità. Il viaggio in treno ha molteplici significati: • il treno è il simbolo di un mezzo di trasporto sostenibile in linea con gli obiettivi dell’agenda 2030 della Nazioni Unite; • è l’espressione di un viaggio che la collettività deve fare verso un futuro sostenibile da un punto di vista ambientale, sociale e economico compiendo tutti gli sforzi necessari per assicurare un futuro possibile e desiderabile a noi e alle generazioni che verranno dopo di noi; • è una esperienza di spostamento da un centro urbano ad un altro e quindi da una specifica realtà ad una altra rappresentando idealmente anche il collegamento e l’occasione di interscambio di idee, pensieri e modi di vivere diversi nella convinzione che la diversità è una delle più importanti forme di ricchezza che dobbiamo valorizzare; • è un’esperienza collettiva in cui gli individuai si incontrano e diventano collettività; Il pensiero invece richiama la necessità di riattivare un pensiero strategico e positivo che ci possa far immaginare il futuro dei nostri territori non solo i grandi centri urbani ma soprattutto i centri rurali oggi destinati allo spopolamento e all’abbandono e che conservano insiti nella loro essenza un grande principio di modernità oggi ancora inespresso.



Il tuo sostegno è importante per la tutela del nostro patrimonio.
Con il tuo voto darai la possibilità a questo progetto di accumulare voti e di concorrere all'assegnazione della donazione.

2 voti raggiunti

Descrizione completa: “Train of thought – treno del pensiero ” Premessa Le Nazioni Unite hanno redatto e diffuso nel 2015 un elenco di 17 obiettivi che tutti i paesi sottoscrittori hanno dichiarato di voler perseguire per il 2030 (l’agenda 2030). Tali obiettivi, se perseguiti, genereranno miglioramenti nelle cinque aree di importanza critica per l'umanità e il pianeta. Le cinque aree e i corrispondenti obiettivi sono i seguenti: · People (Persone) - porre fine alla povertà e alla fame, in tutte le loro forme e dimensioni, e assicurare che tutti gli esseri umani possano realizzare il loro potenziale in dignità ed uguaglianza e in un ambiente sano. · Planet (Pianeta) - proteggere il pianeta dal degrado, anche attraverso il consumo e la produzione sostenibili, gestendo in modo sostenibile le sue risorse naturali e intervenendo con urgenza sui cambiamenti climatici, in modo che possa supportare i bisogni delle generazioni presenti e future. · Prosperity (Prosperità) - garantire che tutti gli esseri umani possano godere di una vita prospera e appagante e che il progresso economico, sociale e tecnologico avvenga in armonia con la natura. · Peace (Pace) - promuovere società pacifiche, giuste e inclusive, libere dalla paura e dalla violenza. Non può esserci sviluppo sostenibile senza pace e senza pace senza sviluppo sostenibile. · Partnership (Associazione) mobilitare i mezzi necessari per attuare l’agenda 2030 attraverso un partenariato globale rivitalizzato per lo sviluppo sostenibile, basato su uno spirito di solidarietà globale rafforzata, incentrato in particolare sui bisogni dei più poveri e più vulnerabili e con la partecipazione di tutti i paesi, tutte le parti interessate e tutte le persone. Le interconnessioni e la natura integrata degli obiettivi di sviluppo sostenibile sono di importanza cruciale per garantire che lo scopo della nuova agenda sia realizzato. Se realizziamo le nostre ambizioni in tutta la portata dell'Agenda, la vita di tutti sarà profondamente migliorata e il nostro mondo sarà trasformato in meglio. https://sustainabledevelopment.un.org/post2015/transformingourworld Obiettivo dell’iniziativa. Si intende attivare la capacità della collettività dei piccoli borghi di elaborare una nuova visione strategica del futuro del proprio territorio considerando come elemento di svolta il perseguimento degli obiettivi dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite. Descrizione dell’iniziativa. Si realizzeranno viaggi utilizzando il treno in quanto mezzo di trasporto sostenibile e simbolo del collegamento della modernità (la città) alla tradizione rispettosa dei cicli naturali (i borghi rurali). Durante i viaggi verranno trattati i differenti temi della sostenibilità adottando uno stile informale e divulgativo. Nel corso di questi viaggi verranno sollecitati processi partecipativi che coinvolgeranno i relatori e la cittadinanza consentendo reciproca conoscenza e stimolando la cooperazione. Più precisamente, si intende realizzare viaggi esperienziali finalizzati a informare, divertire e intrattenere il visitatore/viaggiatore sia sui temi inerenti alla sostenibilità. Contestualmente si intende sviluppare un processo partecipato che possa coinvolgere gli enti stessi che organizzeranno i viaggi consentendogli di conoscersi e di cooperare insieme immaginando il proprio futuro possibile. Più precisamente si intende: · Divulgare le logiche della sostenibilità ambientale, economica e sociale e quelle dell'economia circolare non trascurando di dare informativa su specifici casi di studio. · Attuare un processo continuo che consenta alla collettività di ricevere informazioni in merito agli effetti dell'attuale sistema produttivo e sui rischi collegati alla distruzione dell'ambiente in cui viviamo (ecosistemi ambientali e ecosistemi sociali) e sulle soluzioni offerte dall'applicazione delle logiche dell'economia circolare. · Creare connessioni, cooperazione e scambio di informazione tra esperti agronomi, ecologi, ambientalisti, architetti, urbanisti, letterati, umanisti, sociologi, centri di ricerca, amministratori, agricoltori e la cittadinanza sul tema del bene comune rappresentato dal futuro di un territorio. · Educare la cittadinanza alla pratica della conoscenza del territorio attraverso la sua osservazione scegliendo quale mezzo di trasporto elettivo la linea ferroviaria che lo attraversa. In questo modo la linea ferroviaria diverrà un luogo ideale di aggregazione dei centri da questa collegati contribuendo a sviluppare le sinergie necessarie per contribuire ad una rinascita degli stessi: · Creare occasioni di incontro tra i visitatori e operatori economici creando relazioni virtuose e facilitando la conoscenza delle cittadine che caratterizzano e tipicizzano il territorio in oggetto valorizzandone gli aspetti artistici, architettonici, storici, gastronomici e più in generale culturali. Il valore dell’iniziativa Il progetto intende favorire un processo di riflessione da parte dei piccoli borghi e dei suoi cittadini sui rischi connessi al mancato rispetto dei principi di sostenibilità su cui si basa l’agenda 2030e sulle opportunità offerte dal loro perseguimento e valorizzazione quale elemento di rinascita del borgo stesso. L’importanza dell’iniziativa è anche rappresentata dal fatto che il viaggio in treno è il primo momento di incontro e connessione che deve fare scaturire azioni successive mettendo in contatto e facendo networking fra le associazioni e gli enti, gli imprenditori e le municipalità che sul territorio si occupano di sostenibilità e di produzione sostenibile con l’obiettivo di fare nascer l’interesse per l’attivazione di azioni a sostegno del territorio. L’idea progettuale intende fornire, attraverso un percorso formativo esperienziale ed interattivo, gli strumenti conoscitivi di base per la definizione di una consapevolezza critica individuale sullo sviluppo sostenibile, sulla sostenibilità e sull’economia circolare Presentazione del progetto https://www.youtube.com/watch?v=n1s5BKz514M&t=77s Pagina facebook https://www.facebook.com/Il-Treno-del-Pensiero-Train-of-thought-183871219199665/?ref=bookmarks sito web www.laverdevia.it Il primo viaggio Il primo viaggio si è svolto il 25 maggio 2019 ed è stato annoverato tra gli eventi del Festival Urbano della Sostenibilità organizzato dal Centro di Eccellenza di Ateneo per la sostenibilità dell’Università di Bari. L’evento è stato pubblicizzato a livello nazionale dall’ASVIS come qui di seguito testimoniato nei seguenti articoli e i video. http://festivalsvilupposostenibile.it/2019/home/310-2507/citta-e-asvis-per-lagenda-2030-le-istituzioni-locali-incoraggiano-e-coordinano-iniziative-sul-proprio-territorio-per-uno-sviluppo-sostenibile https://www.facebook.com/1843691212524792/posts/2507446949482545/ https://www.facebook.com/331801226968922/posts/1368813736600994?s=100008165267783 Il viaggio del 20 luglio Il tema del viaggio Il tema del viaggio è incentrato sulla reinvenzione del rapporto della città di Genova con il mare che non può prescindere dal perseguimento dei 17 obiettivi dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite. La sfida che si vuole lanciare è rappresentata dalla possibilità di trasformare in opportunità il rischio costituito dalla distruzione degli equilibri naturali causato dall’attività umane. La tensione nel raggiungimento della sostenibilità potrebbe rappresentare l’opportunità per la città e per il territorio circostante là dove venga colto e declinato il suggerimento offerto dall’obiettivo 17 dell’agenda delle Nazioni Unite 2030 stesse che richiede di “Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile”. Il tema è pertanto anche quello della Partnership ovverosia, come sanciscono le stesse Nazioni Unite, della determinazione a mobilitare i mezzi necessari per attuare questa agenda attraverso un partenariato globale rivitalizzato per lo sviluppo sostenibile, basato su uno spirito di solidarietà globale rafforzata, incentrato in particolare sui bisogni dei più poveri e più vulnerabili e con la partecipazione di tutti i paesi, tutte le parti interessate e tutte le persone. L’obiettivo è più specificatamente declinato nei temi della Finanza, Tecnologia, Capacità di Sviluppo, Commercio, Questioni Sistemiche . Le testimonianze (i pensieri) Nel corso del “viaggio” si vuole offrire uno spunto di riflessione su quello che potrebbe essere il nostro futuro possibile e desiderabile. Una visione diversa è possibile e il raggiungimento degli obiettivi della sostenibilità e la partnership potrebbero rappresentare la chiave di volta per ribaltare una situazione che potrebbe a prima vista sembrare inamovibile. Nel corso della conversazione con i relatori si potrà riflettere su esempi di partnership fra continenti e paesi in momenti storici diversi seguendo le logiche dello sviluppo sostenibile e della solidarietà globale. Sono questi spunti interessanti di riflessione per inventare un nostro futuro possibile ed un’occasione di incontro fra gli attori del territorio.

http://www.laverdevia.it

Condividi il progetto sui tuoi social