Ubuntu

Rappresentante legale: franco micucci

Categoria: sociale | Oct 1, 2019



Descrizione breve: Nata nel 2014, Reteviva è una “rete sociale sussidiaria”: coinvolge attivamente anziani, persone sole o in difficoltà a Macerata e dintorni. Le attività proposte sono il frutto della disponibilità di volontari pensionati che offrono il proprio tempo condividendo passioni e talento, rispondendo al bisogno o all’interesse di qualcun altro.



Il tuo sostegno è importante per la tutela del nostro patrimonio.
Con il tuo voto darai la possibilità a questo progetto di accumulare voti e di concorrere all'assegnazione della donazione.

783 voti raggiunti

Descrizione completa: Reteviva è un’idea dell’APS Ubuntu (parola africana che significa “io sono in quanto noi siamo”), espressione che richiama la fraternità universale, principio ispiratore delle nostre azioni. Il nostro sguardo su Macerata ha portato in evidenza il forte senso di solitudine che vivono le persone anziane. A ciò, proviamo a rispondere con l’ascolto e l’accoglienza per poter valorizzare le capacità residue di ognuno, aumentando e rinnovando le relazioni umane. Dall’ascolto, riusciamo a far incontrare le risorse e i bisogni dei partecipanti: chi si avvicina alla nostra realtà, condivide con noi una necessità di aiuto, ma mette anche a disposizione talenti, passioni, competenze, così da poter aiutare qualcun altro. Nascono gli “scambi di reciprocità” tra due persone; quando questi si consolidano e coinvolgono più persone, si trasformano in “gruppi di interesse”, veri laboratori. Fondamentale è stata la stretta collaborazione con la Parrocchia di Santa Croce che, fin da subito, ha messo a disposizione i locali per le numerose attività che sono nate in questi anni. L’entusiasmo e il coinvolgimento delle persone ci ha permesso, tra l’altro, di: poter collaborare con figure professionali per garantire azioni più mirate e competenti; allestire una biblioteca di quartiere con circa 4000 titoli dal recupero di libri dismessi dalle persone. Le nostre attività settimanali: in sede – computer&smartphone, pittura, dialogo culturale, biblioteca di quartiere, ginnastica dolce, percorsi per il mantenimento delle capacità cognitive, yoga, ago&filo, compagnia telefonica, spazio lirica, lezioni di lingue straniere; a domicilio – compagnia, piccole commissioni, lettrice, parrucchiera, passeggiate. A questo, si affiancano eventi ricreativi e di approfondimento culturale che evidenziano la voglia di stare insieme, di condividere il tempo e la voglia di mettersi ancora in gioco con nuove relazioni fino ad aprire le porte della propria casa. In questo modo, Reteviva realizza la sussidiarietà sancita al comma 4 dell’art. 118 della Costituzione Italiana: abbiamo scoperto che molto di ciò di cui abbiamo bisogno ce l’ha vicino, nel condominio, nel quartiere. Abbiamo sperimentato che molti bisogni sono soddisfatti dal volontariato dei vicini, senza chiedere aiuto agli Enti Locali o acquistare servizi presso aziende specializzate.

http://

Condividi il progetto sui tuoi social