CulturAutismo onlus

Rappresentante legale: dott.ssa flavia caretto

Categoria: ambiente | Sep 30, 2020



Descrizione breve: Progetto di supporto giornaliero a distanza per le famiglie di bambini e ragazzi nello spettro dell’Autismo per la gestione quotidiana ai tempi del coronavirus. Il progetto ha coinvolto in totale 36 famiglie e 27 professionisti tra operatori e supervisori con un totale di 355 contatti telefonici o su piattaforme durante il lockdown.



Il tuo sostegno è importante per la tutela del nostro patrimonio.
Con il tuo voto darai la possibilità a questo progetto di accumulare voti e di concorrere all'assegnazione della donazione.

1141 voti raggiunti

Descrizione completa: CulturAutismo ha messo a disposizione delle famiglie con uno o due figli nello spettro dell’Autismo, professionisti della Onlus che hanno parlato quotidianamente, per circa un quarto d’ora tramite videochiamata, con i genitori, per sopperire, per quanto possibile, alla sospensione dell’intervento scolastico e specialistico rivolto ai bambini. Un ulteriore quarto d’ora è stato impegnato giornalmente dai professionisti per osservare il materiale video inviato, rispondere a quesiti scritti, preparare materiale da inviare e tenere nota della chiamata attraverso appositi diari giornalieri. All’inizio del progetto è stato fornito ai professionisti un manuale contenente le finalità del progetto, le attività e il calendario degli incontri per ciascun operatore che, oltre al contatto quotidiano con la famiglia, è stato implicato in diverse riunioni di equipe organizzative e di confronto. I professionisti, inoltre, hanno scritto diversi articoli informativi e pratici (“Cosa fare in casa con i nostri bambini in età prescolare ai tempi del Coronavirus”, “Cosa fare con i bambini tra i 4 e i 7 anni in casa ai tempi del Coronavirus”, “Attività da fare insieme ai fratelli ai tempi del Coronavirus”, “Cosa fare con bambini e adolescenti con bisogno di supporto intensivo ai tempi del Coronavirus”, “Autismo e comunicazione a casa ai tempi del Coronavirus”, “Come gestire la didattica a distanza per i nostri bambini e i nostri ragazzi ai tempi del Coronavirus”) caricati sul sito dell’associazione, sui profili social e condivisi con le famiglie; sono, inoltre, stati pubblicati sui social tre video-tutorial di percorsi psicomotori da proporre in casa. Per valutare l’efficacia del progetto è stato richiesto ai genitori e agli operatori di compilare un questionario online a metà e alla fine del progetto. Al termine del progetto è stato, inoltre, proposto un incontro online con tutte le famiglie e i professionisti aderenti. Il progetto, iniziato il 13 marzo e portato a termine per esaurimento fondi il 9 aprile, è stato gratuito per le famiglie e ha previsto un rimborso spese di 5 euro per ciascuna telefonata effettuata dagli operatori per un budget totale di 3500 euro.

http://www.culturautismo.it/wp/

Condividi il progetto sui tuoi social