u jùse aps

Rappresentante legale: alessandra neglia

Categoria: ambiente | Jul 20, 2021



Descrizione breve: L’identità dei borghi è legata alla cura degli spazi comuni. Il progetto riprende una consuetudine locale e ne amplifica il senso, facendone pratica di coesione sociale. Gli spazi della città diventano scenografia, laboratorio, memoria e opera d’arte insieme, in cui si condividono saperi e storie.



Il tuo sostegno è importante per la tutela del nostro patrimonio.
Con il tuo voto darai la possibilità a questo progetto di accumulare voti e di concorrere all'assegnazione della donazione.

0 voti raggiunti

Descrizione completa: Far sorgere temporanei giardini nei centri urbani, attraverso il coinvolgimento di tutta la comunità, soprattutto i bambini. Riprendendo un concetto di foucaultiana memoria, riproponiamo una forma eterotopica di giardino, luogo felice e universale che riproduce in un piccolo spazio la totalità del mondo, con le sue culture, i suoi colori e le sue storie. Attraverso l’impiego di materiali poveri (pallet, sassi, palloncini e luci), bambini e adulti saranno coinvolti in micro-attività laboratoriali finalizzate alla realizzazione di un’isola verde – un vero e proprio spazio sociale – nella piazza principale della città alla quale si legano tante piccole piccole isole da disseminare nelle gnostre, cortili chiusi su tre lati tipici del centro storico di Noci. Nelle attività saranno coinvolte le Scuole di ogni ordine e grado, le cooperative e le associazioni che erogano servizi quali centri diurni per minori, assistenza sociale, centri antiviolenza, programmi di inserimento socio-lavorativo per richiedenti asilo, ecc. Attraverso il progetto, si costruiscono ponti ideali e nuove sinergie, mettendo in connessione luoghi, idee e persone e innescando processi di rigenerazione urbana e sociale, del pensiero, degli spazi, delle pratiche. In tal modo si potenziano i circuiti culturali locali attraverso lo sviluppo di nuove forme di socialità, da integrare nell’offerta turistico-ricettiva. L’attenzione quindi si concentra su temi quali la cultura della condivisione, dell’inclusione sociale e della cura degli spazi comuni, la sostenibilità ambientale, la ricerca e la sperimentazione artistica. Scopo del nostro “giardino di comunità” è quello di migliorare il senso di comunità e il legame delle persone con la natura. La progettazione di questi spazi, tiene conto non solo della conformazione fisica dei luoghi oggetto d’intervento, ma anche degli aspetti sociali ad essi legati, specie quando si opera all’interno di un contesto urbano. La loro realizzazione richiede un invito all’azione, prevede momenti di ascolto e di partecipazione delle varie componenti delle comunità locali, attiva processi di progettazione partecipata, impegna praticamente gli individui nella realizzazione delle opere e delle attività progettate, in un ambiente sempre collaborativo e informale. Attraverso la capacità di riutilizzare materiali, riallacciare un rapporto con la natura, cooperare per riprogettare spazi, le persone coinvolte - senza alcuna distinzione - fanno di questo “luogo nuovo” un vero esempio di integrazione sociale, dove a dominare sono i valori umani che riemergono dallo scambio intergenerazionale e interculturale di saperi ed esperienze. Di qui la forte valenza educativa del progetto.

http://www.ujuse.it/

Condividi il progetto sui tuoi social